La TV dei Siciliani

Berrettini ko con Murray, solo Giorgi sorride a Melbourne

5

MELBOURNE (AUSTRALIA) (ITALPRESS) – Era il grande atteso in chiave azzurra, anche perchè, assieme a Jannik Sinner, era considerato tra i più quotati per un ‘piazzamentò di prestigio. Invece, Matteo Berrettini fa già le valigie, sopraffatto da Andy Murray, il veterano scozzese che quando annusa il clima del grande appuntamento non si tira mai indietro. Con un’anca di metallo e un ginocchio sbucciato nel quinto set, ‘Breveheart’ ha salvato un match-point al romano, 13esima forza del tabellone, ed ha chiuso in suo favore la maratona con il punteggio di 6-3 6-4 4-6 6-7(7) 7-6(6), spegnendo così i sogni di rimonta di Berrettini, al quale non sono bastati 31 ace e 72 colpi vincenti, nè l’83% di punti vinti con la prima di servizio. Murray ha completato così la sua prima vittoria su un Top 20 in uno Slam dal successo su Kei Nishikori ai quarti del Roland Garros 2017. E si proietta verso un secondo turno contro Fabio Fognini o Thanasi Kokkinakis. Più probabile al momento l’australiano, vista la ‘controprestazionè del ligure, sotto 6-1 6-2 e 4-2 nel terzo prima che la pioggia consigliasse la sospensione a domani. Un cambio di programma che ha coinvolto anche i match di Lucia Bronzetti contro la tedesca Laura Siegemund e di Lucrezia Stefanini contro l’altra teutonica Tatjana Maria. Niente da fare anche per Mattia Bellucci, 21enne di Busto Arsizio e numero 152 del mondo, ko contro il francese Benjamin Bonzi (48 Atp) che ha vinto con il punteggio di 4-6 6-3 7-6 6-4. L’unica azzurra ad aver sorriso è così Camila Giorgi. La 31enne di Macerata, numero 70 WTA, ha liquidato per 6-0 6-1, in 55 minuti di partita, la russa Anastasia Pavlyuchenkova, 364esima, in tabellone con il ranking protetto perchè ferma per un problema al ginocchio sinistro dall’ultima edizione degli Internazionali d’Italia lo scorso maggio. Al secondo turno, però, niente derby azzurro: Giorgi troverà infatti dall’altra parte della rete la qualificata slovacca Anna-Karolina Schmiedlova, numero 105 Wta, che ha battuto a sorpresa per 6-3 6-2, in un’ora e undici minuti, Martina Trevisan, numero 21 del ranking e 21esima testa di serie. Eliminata al debutto anche Jasmine Paolini. La 27enne di Castelnuovo di Garfagnana, numero 66 Wta, si è arresa per 6-2 6-4, in un’ora e 9 minuti, alla russa Liudmila Samsonova, n.20 del ranking e 18 del seeding. Italiani a parte, non steccano al debutto due pretendenti al trono della classifica mondiale, il norvegese Casper Ruud e il serbo Novak Djokovic; buona la prima tra le donne per la tunisina Ons Jabeur e la francese Caroline Garcia.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

I commenti sono chiusi.

Generated by Feedzy