La TV dei Siciliani

Juve a Friburgo, Allegri “Di Maria e Chiesa in panchina”

66

FRIBURGO (GERMANIA) (ITALPRESS) – “Di Maria ha fatto differenziato, sta meglio ma è molto difficile che possa partire titolare. Chiesa ha fatto un buon allenamento e sarà a disposizione ma anche lui dalla panchina”. Massimiliano Allegri annuncia che nè il Fideo nè l’ex viola, che si sono infortunati proprio nella gara d’andata, saranno nell’undici titolare che domani affronterà il Friburgo nel secondo round degli ottavi di Europa League. “Affrontiamo questa gara con la convinzione di poter passare, sarebbe un bel passetto in avanti – confessa il tecnico – E’ una partita complicata, loro in casa sono un’altra squadra, dovremo essere pronti a ogni evenienza e ogni imprevisto. Dobbiamo pensare di fare gol perchè il Friburgo è una squadra insidiosa su diverse situazioni. Non dobbiamo fare errori, rimanere ordinati e giocare 100 minuti. Vlahovic? Sta bene, domenica ha fatto una buonissima partita. Sono sereno, tornerà al gol presto, sono momenti che capitano a tutti i giocatori ma ha dato segnali importanti a livello fisico. Non dimentichiamo che veniva da 3 mesi di inattività, può solo fare meglio”. Il tecnico, che non esclude la possibilità di schierare Kean in coppia col serbo dall’inizio e valuta l’impiego di De Sciglio nel trio di centrali, applaude il cammino delle altre italiane in Europa, “questo è un buon segnale, ma non dobbiamo nemmeno ignorare i problemi del nostro campionato”. E la sua Juve? “I bilanci si fanno a fine stagione, per ora affrontiamo una partita alla volta, un passettino alla volta. Pensiamo a passare il turno ed alla partita contro l’Inter. Andare avanti in Europa League, lo dico sempre, serve a riempire il calendario, così ci alleniamo di meno, giochiamo di più e ci divertiamo”. “Momentaneamente abbiamo fatto, sul campo, 53 punti – ricorda poi il tecnico bianconero – Mancano 12 partite alla fine e bisogna cercare di ottenere punti perchè alla fine del campionato, a prescindere da quello che succederà fuori, si possa rimanere dentro la Champions. In Europa siamo usciti nella fase a gironi della Champions, ora abbiamo la possibilità di andare avanti in Europa League che è una competizione difficile, con squadre come Manchester United, Arsenal, Roma, lo stesso Friburgo è terzo in Bundesliga”.
In conferenza stampa anche Wojciech Szczesny: “Per portare a casa un buon risultato dobbiamo ripetere quanto fatto nell’andata. Siamo stati ordinati, non abbiamo concesso quasi nulla. Sarà la chiave. Il Friburgo dovrà fare gol per passare il turno perciò mi aspetto un atteggiamento diverso. Sappiamo che loro hanno grande qualità sulle seconde palle. Dobbiamo limitarli come fatto nella partita di andata”. L’Europa League rappresenta per la Juve una strada alternativa al campionato per tornare in Champions. “Ovviamente noi vogliamo giocare in Champions League l’anno prossimo. Ci crediamo e daremo tutto per esserci. E’ stimolante giocare questa competizione. La Juve non la gioca da qualche anno e io non ci ero mai stato, ma personalmente non sento un calo di energia prima della partita”.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

I commenti sono chiusi.